Posso fare 45 minuti di pausa dopo 5 minuti di guida?

La pillola di questa settimana è curata dal nostro formatore, che fornirà alcuni chiarimenti in merito alle pause durante i periodi di guida.

Definiamo prima di tutto “l’Interruzione” o più comunemente chiamata “pausa”:

L’art 4 lett. d) Reg. 561/06 definisce «interruzione» (pausa): ogni periodo in cui il conducente non può guidare o svolgere altre mansioni e che serve unicamente al suo riposo”

 

Come devono essere effettuate le pause?

Secondo l’art. 7 REG. 561/06: “Dopo un periodo di guida di quattro ore e mezza, il conducente osserva un'interruzione di almeno 45 minuti consecutivi, a meno che non inizi un periodo di riposo.

Questa interruzione può essere sostituita da un'interruzione di almeno 15 minuti, seguita da un'interruzione di almeno 30 minuti: le due interruzioni sono intercalate nel periodo di guida in modo da assicurare l'osservanza delle disposizioni di cui al primo comma.” 

GUIDA di 4 ore 30 minuti – ALMENO (non meno di) 45 minuti 

Nel testo del regolamento è indicato che dopo un periodo di 4 ore e 30 minuti il conducente debba effettuare una pausa di almeno (non meno di) 45 minuti ma nulla vieta a quest’ultimo di effettuare la pausa di 45 minuti anche prima della scadenza delle 4 ore e 30 minuti.

Una cosa importante da ricordarsi è che dopo aver effettuato 45 minuti di pausa il conducente può sempre iniziare un periodo di guida di 4 ore e 30 minuti (a meno che non abbia terminato l’attività giornaliera.) 

 

Altri articoli che ti potrebbero interessare

Articoli sulle pause (interruzioni) alla guida

 

Acquista le nostre dispense